Rassegna del prodotto della rivista FACTS

FACTS premia lo scanner Alaris S2050 vincitore della competizione testa a testa contro Fujitsu, Epson e Avision

Alaris s2050

Esperti in integrazione di supporti

Il fino ultimo degli scanner è riportare le informazioni su carta in formato digitale. FACTS spiega le funzioni possibili degli scanner e rimanda al settore quattro scanner specifici per documenti per un test comparativo.

Il fatto che ancora oggi si producano tanti documenti cartacei è davvero anacronistico. Naturalmente, alcuni contenuti fanno una figura molto più importante sulla carta. Per una brochure o un catalogo, l'esperienza del tatto ha il suo peso; una brochure aziendale di alta qualità è molto più efficace di un collegamento al sito Web o di un PDF allegato a un'e-mail, e anche i documenti di lavoro sul tavolo fanno un effetto migliore rispetto all'equivalente digitale. Ma quando si tratta di corrispondenza commerciale, la carta rappresenta un ostacolo. Nella maggior parte dei casi, è generata su PC, a volte anche altamente automatizzato, poi stampata, imbustata e inviata per posta. I destinatari tengono archivi paralleli di e-mail e file cartacei o digitalizzano la posta cartacea per conservare tutti i documenti insieme. Li scansionano e li riportano allo stato digitale iniziale: un secondo passaggio di integrazione dei media per il documento. Finché si scriveranno lettere e si genereranno altri documenti analogici, lo scanner svolgerà un ruolo importante: rappresenta il gateway attraverso il quale le informazioni fissate su carta sono introdotte nella gestione digitale dei documenti. Anche gli scanner stanno diventando sempre più intelligenti: non scansionano più semplicemente un foglio creandone una copia, ma sono dotati di un software che raddrizza la pagina, rimuove otticamente bordi piegati e buchi e, in particolare, rende i caratteri leggibili elettronicamente, oltre a fornire un indice in cui è possibile inserire ulteriori informazioni. In particolare, la fornitura digitale di documenti facilita la ricerca. Gli impiegati possono rispondere immediatamente alle richieste dei clienti per telefono, se possono recuperare le informazioni e la corrispondenza archiviate internamente direttamente dalla propria postazione di lavoro.

A cosa serve lo scanner?

Quando si scansionano più di una mezza dozzina di pagine al giorno, si dovrebbe disporre di uno scanner per documenti professionale. Nel settore, FACTS ha confrontato proprio questi scanner. A differenza degli scanner a lastra piana, dispongono di un alimentatore automatico e, diversamente dai sistemi multifunzione, l'alimentatore è adatto in particolare alla “carta usata”: In generale, tali scanner gestiscono bene una varietà di formati, dai biglietti da visita ai fogli A4 aperti, nonché diverse proprietà, dagli scontrini più sottili alle cartelle impilate. Molti di questi scanner possono leggere fronte e retro in un unico passaggio e quelli più intelligenti riconoscono e ignorano le pagine vuote.

Kodak Alaris S2050

Il mercato offre molti scanner diversi per diverse applicazioni. I disegni tecnici di grandi dimensioni richiedono l'uso di scanner diversi rispetto ai passaporti. Esistono scanner speciali per libri, che si illuminano dall'alto, in modo da lasciare il libro integro e sfogliabile facilmente, alcuni girano addirittura le pagine autonomamente senza intervento umano. Le stampanti multifunzione, a loro volta, sono in grado di eseguire scansioni, stampare e copiare, e sono fra gli strumenti più sofisticati per l'integrazione dei supporti, in quanto possono prima riportare i file su carta e restituire le informazioni dalla carta al formato file.

Avision AD260

RISPARMIO DELLO SPAZIO: Gli scanner non utilizzati regolarmente dovrebbero occupare il minor spazio possibile sulla scrivania. L'Avision AD260 può essere ridotto in due semplici passaggi ad una piccola scatola nera. Anche le parti mobili appaiono molto solide.

Requisiti diversi

Epson Workforce DS860

Gli scanner sono già stati sostituiti in alcuni settori, ad esempio sono disponibili app funzionali per smartphone che catturano il contenuto dei biglietti da visita, rendendo superflui gli scanner per biglietti da visita di piccole dimensioni che erano quasi indispensabili alle fiere. Eppure c'è ancora qualcuno che caldeggia gli scanner portatili di agile trasporto: i rappresentanti commerciali che vogliono scansionare e caricare i contratti direttamente nel corso della visita ai clienti per accelerare le transazioni.

Fujitsu FI-7160

Anche in uffici “normalissimi” le richieste possono variare. In alcune occasioni una velocità effettiva di 20 pagine al minuto è sufficiente, ma in altre non ne bastano 200. È anche importante valutare la convenienza di una scansione eseguita a livello centrale nel centro corrispondenza, piuttosto che in modo decentrato sulla singola stazione di lavoro o al banco. Gli scanner più semplici sono collegati localmente al PC tramite un'interfaccia USB e salvano i documenti sul PC stesso. Gli scanner autonomi sono in grado di funzionare indipendentemente. Per l'archiviazione centralizzata è importante che lo scanner sia impostato in rete. È anche possibile trasferire documenti a una destinazione tramite un'hotspot Wi-Fi.

Se si devono elaborare moduli o corrispondenza multipagina, ha senso prevedere l'elaborazione in batch. Per queste applicazioni, si consiglia generalmente uno scanner duplex in grado di scansionare fronte-retro tutti i documenti senza perdite e mantenendo insieme tutto ciò che appartiene alla stessa categoria. Gli scanner di produzione per grandi volumi di documenti elaborano anche batch i cui documenti devono essere archiviati in file diversi. Per separare molti documenti multipagina l'uno dall'altro si applicano codici a barre prima della scansione. Per la corrispondenza normale, è sufficiente una risoluzione bassa a 150 dpi. Quanto alle foto, la questione è ben diversa: si pensi, ad esempio, alle richieste di risarcimento delle polizze assicurative. I moduli con aree tratteggiate rappresentano una bella sfida. Per questi casi esiste un software specializzato che legge solo i campi pertinenti o nasconde determinati colori; con una scansione normale si acquisiscono spesso documenti scarsamente leggibili.

Ormai non esistono più scanner per documenti senza software integrato. In passato bisognava acquistarlo separatamente e i produttori erano molto diversi. Oggi, l'“intelligenza” necessaria oltre alla meccanica e alla tecnica di esposizione si sta spostando sempre più sullo scanner. Ogni scanner è dotato almeno di un software “semplice” che consenta di regolare le impostazioni di scansione e quindi visualizzare e salvare l'immagine. Inoltre, sono disponibili ulteriori software di elaborazione offerti direttamente dal produttore: riconoscimento del testo (OCR), software per migliorare la qualità delle immagini o soluzioni complete di archiviazione.

CONDIZIONI COMPARABILI: I quattro prodotti sottoposti al test sono tutti progettati per dimensioni massime pari all'A4, dispongono di un alimentatore automatico, sono in grado di eseguire la scansione fronte-retro e si collegano a un PC su cui è installato il software di elaborazione e si archiviano le immagini.  

UNA BUONA IMPRESSIONE: Lo scanner Fujitsu è stato consegnato in una scatola riutilizzabile robusta, mentre gli altri sono stati confezionati, come al solito, in scatole di cartone piene di polistirolo e plastica.

Produttore Avision Epson Fujitsu Kodak Alaris
Modello
AD260 Workforce DS860 fi-7160 Alaris S2050
Prezzo (netto) €750 (negozio produttore), circa €650 (online) €659 (negozio produttore), da €400 (online) circa €570 (online) circa €500 (online)
Dimensioni del formato 50x50 mm fino a Legal Da A6 a Legal, lunghezze in eccesso fino a 3,048 mm Da A8 a Legal, lunghezze in eccesso fino a 5,588 mm Da 52x52 mm a Legal, lunghezze in eccesso fino a 3,000 mm
Grammatura carta Da 27 a 400 g/m2, carte plastificate Da 40 a 210 g/m2, carte plastificate Da 27 a 413 g/m2, carte plastificate Da 27 a 433 g/m2, carte plastificate
Alimentazione della carta 100 pagine 80 pagine 80 pagine 80 pagine
Risoluzione output Da 75 a 600 dpi Da 75 a 1.200 dpi Da 50 a 600 dpi Da 75 a 1.200 dpi
Speed (Velocità) 60 pag./min. 65 pag./min. 60 pag./min. 50 pag./min.
Sensore a ultrasuoni
Sistemi operativi supportati Windows Windows Windows Windows, Linux
Software in dotazione Avision Capture Tool (elaborazione batch e impostazioni di scansione)
Avision Button Manager (memorizzazione dei lavori)
 
Document Pro (elaborazione batch, impostazioni di scansione e memorizzazione dei lavori)
 
PaperStream Capture (elaborazione batch, impostazioni di scansione e memorizzazione dei lavori)
PaperStream IP (ottimizzazione dell'immagine)
Alaris Capture Pro (elaborazione batch e impostazioni di scansione)
Alaris Smart Touch (memorizzazione dei lavori)
Perfect Page (ottimizzazione dell'immagine)
Extra Rulli di trasporto controrotanti Funzionamento autonomo, che unisce A3 Lettura di codici a barre 
Alimentatore attivo (shaker)
Dispositivo di blocco
Opzioni Interfaccia di rete Post-Imprinter Vassoio A4 e A3
Supporto per passaporti

Settore

FACTS ha confrontato quattro scanner: AD260 di Avision, Workforce DS860 di Epson, fi-7160 di Fujitsu e Alaris S2050  di Kodak Alaris. Si tratta di semplici scanner da scrivania con porte USB 3.0 che richiedono un PC per l'elaborazione e l'archiviazione. Hanno dimensioni compatte e occupano poco spazio sulla scrivania. Focalizzati sulla posta aziendale, sono specializzati in documenti A4, ma possono anche elaborare formati più piccoli fino al biglietto da visita o alla carta di credito. L'alimentazione dei documenti avviene tramite un alimentatore automatico e scansionano fronte e retro in un'unica operazione senza sacrificare la rapidità rispetto a una scansione a facciata unica. In termini di prezzo, i prodotti testati variano tra 500 e 750 euro. Le informazioni sui prezzi nella tabella di riepilogo di seguito non provengono dai produttori stessi, che spesso si trovano in difficoltà perché non vogliono mettere i bastoni tra le ruote ai loro rivenditori al dettaglio. I “prezzi reali” di acquisto da Internet elencati nella tabella sono generalmente molto al di sotto del prezzo raccomandato dal produttore e variano notevolmente da portale a portale.

INCONVENIENTE: Invece di creare un'immagine da elaborare e archiviare, Epson WorkForce DS860 ha semplicemente accartocciato gli scontrini.

GRAN VANTAGGIO: In caso di documenti misti, con Alaris S2050 è possibile impostare l'alimentatore attivo che scuote la carta posizionandola correttamente.

Produttività, alimentazione e qualità dell'immagine sono stati messi alla prova e i risultati sono mostrati nella tabella a pagina 27. Tutti i candidati hanno un flusso di carta diretto grazie al quale i documenti subiscono raramente danni, anche in caso di inceppamenti. Tutti gli scanner, pertanto, sono facili da rimettere in funzione dopo un inceppamento: basta aprire il “portello” e rimuovere la carta. In caso di documenti particolarmente delicati, i produttori offrono fogli di supporto a protezione. Gli scanner sono inoltre dotati di un software che consente di selezionare le impostazioni di scansione, configurare attività ricorrenti, migliorare la qualità delle immagini e salvare i documenti. Non si tratta di un'“offerta” particolarmente specializzata e serve esclusivamente a controllare le impostazioni di scansione di base. È necessario acquistare un software migliore come componente aggiuntivo, nonché il motore OCR, che trasforma l'immagine di una lettera in un documento leggibile dalla macchina e quindi ricercabile. Il Kodak Alaris presenta delle caratteristiche un po' più sviluppate. La versione incorporata e completamente disassemblata di “Capture Pro” mostra cosa è possibile fare in teoria: Tutte le funzionalità della versione completa vengono visualizzate in grigio e non è possibile accedervi.

Gli scanner di Avision, Epson, Fujitsu e Kodak Alaris sono consigliati per quantità fino a 5.000, 6.000 o addirittura 10.000 fogli al giorno. Tuttavia, in caso di volumi di questo genere FACTS consiglia di acquistare modelli più potenti con un vassoio di alimentazione più grande, offerti da tutti i produttori. In alcuni casi, gli scanner possono effettivamente gestire volumi di questa entità, ma per l'operatore, sul lungo termine, può diventare molto oneroso.

Gli scanner compatti occupano uno spazio sulla scrivania di poco superiore a un telefono, ma quando il vassoio della carta è aperto sono grandi quasi quanto uno scanner a lastra piana. E qui l'Avision AD260 merita una menzione positiva: su questo dispositivo, il vassoio di alimentazione e il cassetto della carta sono notevolmente più compatti rispetto ai suoi concorrenti e possono anche essere completamente ripiegati in modo che lo scanner si presenti come una scatola chiusa protetta al suo interno dalla polvere. Con gli altri dispositivi, il lungo vassoio di uscita della carta può anche essere ripiegato (Fujitsu) o almeno inserito con un po' più di ingombro (Epson e Kodak Alaris), ma il supporto di alimentazione sporge verso l'alto. D'altra parte, l'Avision presenta un fattore negativo: è l'unico che dispone di una ventola che produce un rumore che annienta quello della ventola del PC, e non si silenzia nemmeno in modalità di inattività.

NIENTE INTOPPI: Il percorso diretto della carta in tutti gli scanner garantisce un'elaborazione fluida. Se la carta si inceppa, si può risolvere il problema facilmente.

Per testare la velocità, FACTS ha caricato rispettivamente 50, 60 e 65 fogli (la quantità che gli scanner dovrebbero elaborare al minuto secondo il produttore) e ha registrato il tempo di elaborazione in modalità simplex e duplex, nonché a colori e in bianco e nero. Tutti gli scanner hanno rispettato le promesse dei produttori: la velocità effettiva era superiore alla velocità nominale, specialmente nel caso di Avision AD260. Per Epson WorkForce DS860 e Fujitsu fi-7160, è stato riscontrato che, sebbene il tempo di elaborazione sia molto veloce e uguale in entrambe le modalità, quando è attiva la funzione fronte-retro, la visualizzazione del documento sullo schermo subisce notevoli ritardi. L'Alaris S2050, d'altra parte, non ruba secondi in anticipo, ma dal momento in cui si avvia la scansione fino all'inizio effettivo dell'operazione. La tabella del test alla pagina seguente mostra la deviazione del tempo di scansione “lordo” dal pulsante di avvio alla visualizzazione del tempo di passaggio “netto” per ciascun prodotto testato.

PARITÀ DI CONDIZIONI: Nel test di confronto, i quattro scanner hanno “ricevuto” gli stessi documenti.

Inoltre, hanno elaborato diversi tipi di documenti: normali A4 con bordi piegati, scontrini sottili, carte di credito e biglietti da visita, buste, moduli piegati e leggermente sfrangiati, e un documento lucido rotondo. A parte il fatto che Epson Workforce DS860 ha accartocciato molti scontrini, non ci sono stati problemi. È andata diversamente, invece, quando le pile di alimentazione contenevano documenti misti. Qui, l'Avision AD260 si è dimostrato inadatto: non è riuscito a gestire un passaggio senza che la carta si inceppasse, problema che si è verificato al più tardi all'arrivo documento rotondo, sebbene abbia elaborato il modello non impilato senza problemi. Neanche gli altri scanner hanno gestito l'attività senza problemi: Alaris S2050, per, si è bloccato solo una volta, mentre WorkForce DS860 e fi-7160 si sono bloccati più volte. Per il resto, tuttavia hanno completato il loro lavoro come atteso. Quando i redattori del test hanno utilizzato l'alimentatore attivo, l'Alaris S2050 ha completato il difficile compito senza alcun inceppamento: Grazie alle due impostazioni di intensità è possibile specificare il modo in cui l'alimentatore scuote la carta in modo da consentire ai rulli di trattenere ogni foglio in modo affidabile. Poiché gli altri scanner non dispongono di questa funzione, FACTS l'ha considerata un grande vantaggio.  

Il test di qualità ha fatto emergere grandi differenze. È interessante notare che ogni scanner ha i suoi diversi punti di forza; i redattori di FACTS non sono riusciti a stabilire quale sia il migliore. Per un documento evidenziato a colori, Epson ha reso il testo più leggibile, seguito da vicino da Kodak Alaris, mentre Fujitsu e Avision hanno prodotto punti piuttosto grossolani che hanno gravemente compromesso la leggibilità. D'altra parte, nel caso dei caratteri ridotti in rosso, Avision era in vantaggio, Kodak Alaris e Fujitsu hanno ottenuto risultati abbastanza buoni, mentre Epson ha creato un testo che era in gran parte illeggibile. Le foto più somiglianti all'originale sono state ottenute con il Kodak Alaris, ma anche il Fujitsu ha dato risultati apprezzabili, mentre sull'Avision i colori erano troppo saturi e sull'Epson troppo sbiaditi. La posta commerciale standard, in cui la solidità del colore del logo non ha importanza, è stata digitalizzata ugualmente bene da tutti e quattro i prodotti, restituendo documenti digitali chiaramente leggibili e adatti al riconoscimento del testo: tutti e quattro gli scanner sono molto adatti a questo compito. Anja Knies

RISULTATI DEL TEST
Produttore Avision Epson Fujitsu Kodak Alaris
Modello
AD260 Workforce DS860 fi-7160 Alaris S2050
PRODUTTIVITÀ
A4, 200 dpi, bianco e nero, simplex (una facciata) 60 pagine scansionate ed elaborate in 51 secondi 65 pagine scansionate in 56 secondi, elaborate in 60
secondi
60 pagine scansionate ed elaborate in 58 secondi Dopo una breve attesa, 50 pagine scansionate ed
elaborate in 51 secondi
A4, 200 dpi, a colori, simplex (una facciata) 60 pagine scansionate ed elaborate in 51 secondi 65 pagine scansionate in 56 secondi, elaborate in 60
secondi
60 pagine scansionate in 58 secondi, elaborate in 69
secondi
Dopo una breve attesa, 50 pagine scansionate ed
elaborate in 51 secondi
A4, 200 dpi, bianco e nero, duplex (fronte-retro) 60 pagine scansionate ed elaborate in 51 secondi 65 pagine scansionate in 56 secondi, elaborate in 60
secondi
60 pagine scansionate ed elaborate in 58 secondi Dopo una breve attesa, 50 pagine scansionate ed
elaborate in 51 secondi
A4, 200 dpi, a colori, duplex (fronte-retro) 60 pagine scansionate ed elaborate in 51 secondi 65 pagine scansionate in 56 secondi, elaborate in 60
secondi
60 pagine scansionate in 58 secondi, elaborate in 89
secondi
Dopo una breve attesa, 50 pagine scansionate ed
elaborate in 51 secondi
QUALITÀ DELL'ALIMENTAZIONE
Scontrino fiscale sottile Nessun problema Diverse stropicciature Nessun problema Nessun problema
Pila di biglietti da visita Nessun problema Nessun problema Nessun problema Nessun problema
Foto Nessun problema Nessun problema Nessun problema Nessun problema
Busta Non adatto Nessun problema Nessun problema Nessun problema
Documenti misti colorati (ipersaturi) Vari inceppamenti della carta (troppo chiaro) Vari inceppamenti della carta Quasi nessun inceppamento della carta
QUALITÀ DELL'IMMAGINE
Testo su sfondo colorato 4,5/6 6/6 5/6 5,5/6
Caratteri piccoli in rosso 6/6 4,5/6 5/6 5,5/6
Foto a colori 5/6 4,5/6 5,5/6 6/6
CONCLUSIONE
Pro Molto più veloce di quanto indicato, adatto alla normale corrispondenza quotidiana

Le parti mobili sono estremamente solide; lo scanner
può essere ridotto a una “scatola nera” chiusa, rimanendo protetto dalla polvere.
Buono scanner senza funzionalità eccezionali,
più veloce di quanto specificato, adatto alla corrispondenza quotidiana e ai documenti speciali.
Buono scanner senza funzionalità eccezionali, leggermente
più veloce di quanto specificato, adatto alla corrispondenza quotidiana e ai documenti speciali.

La migliore confezione (scatola robusta con
impugnatura)
Le migliori prestazioni
nel test a pile miste, si è dimostrato affidabile durante l'alimentazione anche
senza attivare lo shaker, più veloce di quanto indicato e adatto alla corrispondenza
quotidiana e ai documenti speciali

Offre più opzioni rispetto agli altri, fra cui
il retrofit di una lastra piana o di un supporto per passaporti. Inoltre, è possibile aggiornare il software pagando
una commissione senza doverlo reinstallare.
Contro Il prodotto più costoso non è riuscito a portare a termine
una sola pila mista senza inceppamenti della carta, e si è fermato alla fine sul modello
rotondo, che è passato facilmente da solo.

È l'unico prodotto
testato che dispone di una ventola anche più rumorosa di quella del PC.
L'elaborazione richiede più tempo dell'alimentazione
dei fogli.

Si è rivelato inaffidabile durante l'alimentazione
degli scontrini.
L'elaborazione richiede più tempo dell'alimentazione
dei fogli.
Attesa di 2 secondi
dall'attivazione della scansione all'inizio effettivo.
Punteggio totale Soddisfacente Buono Buono Molto buono

Conclusione

Tutti e quattro i prodotti testati si sono dimostrati solidi e hanno completato gran parte delle attività di prova. L'Avision AD260, ad esempio, conviene in caso di uso sporadico grazie alle eccellenti caratteristiche di conservazione, ma durante il funzionamento continuo il rumore della ventola può dare noia. Inoltre si è rivelato inaffidabile in caso di documenti misti: Non ha gestito la pila di prova di FACTS, un esercizio volutamente difficile, mentre i suoi competitor ce l'hanno fatta quasi sempre. Non si consiglia l'acquisto di Epson WorkForce DS860, ad esempio, se si scansionano molti scontrini per le spese di viaggio. A parte questo, è uno scanner tanto affidabile quanto il Fujitsu fi-7160 e non presenta difetti di rilievo. L'Alaris S2050 si è distinto nei test principalmente perché non ha richiesto interventi: il processo di scansione non ha praticamente presentato problemi e la qualità dell'immagine era al di sopra della media. Fra le caratteristiche più attraenti, lo “shaker” commutabile nell'alimentatore, che migliora ulteriormente l'elaborazione di documenti misti, e il fatto che può essere abbinato a un'unità a lastra piatta e/o a un supporto per passaporti. Gli altri scanner non dispongono di questa funzione. FACTS premia Alaris S2050 vincitore per quasi tutte le caratteristiche.

In generale, FACTS consiglia: la prima cosa da fare prima di acquistare uno scanner è assemblare i documenti tipici che si desidera elaborare in una giornata tipo, quindi testare personalmente diversi dispositivi presso il rivenditore specializzato confrontandoli in termini di elaborazione e risultati delle immagini.

 

Articolo originariamente pubblicato da Facts Verlag: https://www.factsverlag.de/aktuelles-dialog/aktuelles-dialog-sub/aktuelle-ausgabe/item/facts-arena-scanner-5-2020/1070